Sfogliato da
Categoria: Canzone

Composizione di testo e musica

206 – Andate! (2024)

206 – Andate! (2024)

Andate! Dite nei vostri paesi che la Luce è nel mondo e che vengano alla Luce.

Andate! Dite che la Sapienza ha lasciato i Cieli per farsi pane agli uomini,

Andate!

Chi ha sete di giustizia sarà dissetato

Chi ha fame di verità sarà saziato

Chi è schiavo del peccato sarà liberato

Chi cerca misericordia sarà premiato

Andate!

Andate!…

A tutti quelli che ne hanno bisogno

A tutti quelli che stanno cercando

A tutti quelli che sono nel pianto

A tutti gli uomini di questo mondo!

Andate!

Andate!…

205 – Quelli che sbagliano (2024)

205 – Quelli che sbagliano (2024)

Il
fiato che sul
collo mi fai sentire
quando corro,
quando agisco
mi
innervosisce
perché mi porta a comportarmi
come sai che non vorrei
E invece capita.
La libertà non c’è.

Poi
mi pento di
quella reazione alle parole
che mi fa sentir sbagliato senza
che io riesca
a riparare.

Non c’è spazio per
quelli che sbagliano e si pentono.
Perchè regola non c’è.
La Giustizia chi la fa?

Tu?
Cosa ne sai?
Il moralismo ti circonda.
Sei perfetto, senza macchia.
Errori non ne fai. Mai!

Non c’è spazio per
quelli che sbagliano e si pentono.
Perchè regola non c’è.
“Tutti uguali”
È quello che ci diciamo
Ma è una consolazione,
non è la verità.
Forse dovremmo dire
“Siamo tutti in catene”
Chi ci salverà?

Il lamento è così intenso
Tu che cosa fai?

204 – Non ci vuole niente (2024)

204 – Non ci vuole niente (2024)

Eri proprio convinto
di valere qualcosa di essere il solo
che ne fosse capace
E quanti applausi
e pacche sulle spalle.
Ma era soltanto
commiserazione!

La verità è che non ci vuole niente a scrivere canzoni
basta mettere in fila quattro accordi
Inventare una melodia, quella che ti pare,
ed infine le parole!

Certo saper suonare
a volte aiuta ma non è necessario,
basta canticchiare.
Anche gli argomenti
vanno tutti bene,
l’importante è sapere
come metterli a tema!

Hai sempre creduto
che le tue parole fossero speciali,
fossero diverse!
Ma cantavi di te
poi cantavi di lei
come chiunque potrebbe fare!

La verità è che sono tutti capaci a scrivere canzoni
Sei solo tu che non ci provi.
Se sei stonato non importa, puoi fare del rap
oppure usare l’autotune

Suonavi per ore
per essere pronto quando il tuo talento
ti avrebbe ripagato.
Ma quel talento
proprio non lo avevi:
era solo esercizio
fine a se stesso!

Così adesso scrivi
queste canzoni per dire a te stesso
che sai fare qualcosa
ma ti dici bugie
e fingi perfino di credere a tutto
quello che ti dici.

La verità è che non ci vuole un genio a scrivere canzoni
Lo puoi chiedere a Mozart o a Beethoven.
Anche a Battisi, a Vasco, o a Dalla o chi ti pare,
ti diranno che è un mestiere

È un mestiere come tanti, scrivere canzoni,
e non tutti sono bravi
Non sono bravi a guadagnarci il pane per tirare a campare,
Ma almeno lo possono cantare!

203 – Cancella tutto (2023)

203 – Cancella tutto (2023)

Questo è il libro della mia vita
dove c’è scritto tutto quello che ho fatto, quello che ho detto.
Adesso prendilo! Lo puoi leggere! è una copia unica:
Ma n on sorprenderti! Ci troverai
tutte le cose che non dovevo fare ma che ho fatto!

Non manca niente, ogni particolare
è raccontato nel più piccolo dettaglio
Pagine intere, nero su bianco
Ogni gesto, ogni errore, ogni sbaglio

Ecco, adesso te lo chiedo,
e lo so che Tu lo puoi, se lo vuoi…

Cancella tutto!
Non voglio che rimanga una sola riga,
neanche una parola!
Fa che non ci sia neanche più il ricordo.
Come se il male non fosse stato fatto!
Cancella tutto! Sì, lo preferisco!
Purtroppo sono io… e me ne vergogno!
Non ne vado fiero, Il male è più del bene
E devo constatare che a quel male
non posso rimediare…

Cancella tutto il mio passato, il mio peccato,
Non lasciare niente solo pagine vuote!
E se si perde il bene che ho compiuto
non importa perché il male è cancellato!!

Ecco è quello che ti chiedo!
e lo so che Tu lo puoi, se lo vuoi…

202 – Puzzsong (2023)

202 – Puzzsong (2023)

Amico mio, ti voglio bene e lo sai
ho stima di te e di tutto quel che fai
ma a volte vorrei
mettere la testa sotto terra
proprio come fanno gli struzzi…
ed solo perché tu… puzzi!

Non so da quanto tempo non ti lavi!
Gli odori che emani non son soavi
hai litigato con l’idraulico, o hai la doccia rotta?
sembra che hai fatto un viaggio alle fogne di Calcutta
dalle tue ascelle arriva l’odore del mare
nel senso delle cozze e di tutte le fritture
le tue mani sono unte, imbratti ogni cosa che tocchi
che pure senza inchiostro sui muri fai scarabocchi.

Amico mio, ti voglio bene e lo sai
ho stima di te e di tutto quel che fai
Il deodorante che usi raramente
sai non fa miracoli , e puzzi come i diavoli
Cioè di zolfo e di cavoli

Sembri sorpreso quando ti offro una mentina
Ma poi non la prendi, e tutto resta come prima
Non capisco se sei tirchio, o se sei sempre in bolletta
perchè Indossi tutto l’anno la stessa maglietta
che forse.. sicuramente… non hai mai lavato
è lisa, e piena di buchi… è in pessimo stato!
e tu ne vai orgoglioso, come fosse un reperto raro
ma la gente crede che tu sia un pecoraro!

Amico mio, ti voglio bene e lo sai
ho stima di te e di tutto quel che fai
Ma proprio non ti accorgi
che chi ti vive accanto
non ti chiede mai perchè non ti pulisci…
ma ti regala un sapone… e tu non capisci!

Esser puliti e profumati è un’ambizione per molti
e si vivrebbe certamente meglio se lo facessero tutti
E tra l’altro si fa un piacere a Dio,
e guarda che mica lo dico io:
ha dato a tutti un’anima e un corpo,
ed è contento se li si tiene entrambi lontano dallo sporco.

Amico mio, ti voglio bene e lo sai
ho stima di te e di tutto quel che fai
e spero tanto che non rimanga un sogno
e che già stasera… ti farai un bagno!

201 – Stelle (2023)

201 – Stelle (2023)

Ed ora, giunta questa notte così serena,
siamo circondati dalla luce delle stelle
e dal chiaro bagliore della luna piena
a contatto con la mia, tua, nostra pelle.
Sembra proprio che potresti volare;
sembra proprio che potrei volare.

Orsa maggiore, Orsa minore, Pleiadi:
senti i nome come saette a ciel sereno
perchè di stelle ce ne sono miriadi
come le persone che vanno in cielo.
Sembra proprio che tu faccia parte di loro,
sembra proprio che io faccia parte di loro.

Perchè c’è chi ha detto un “sì” che ha cambiato tutto il mondo
Perchè dopo uno sguardo così ti si imprime la bellezza di un volto.
E fa sì che tu sia un miracolo per me,
e fa sì che io sia un miracolo per te.

Questa nostra notte è lunga ed intensa
e ci pare quasi che ciò sia un segno
del fatto che viviamo la stessa esperienza
e ci sentiamo parte di un unico disegno.
Sembra proprio che l’Infinito ti abbracci,
sembra proprio che l’infinito mi abbracci.

Perchè c’è chi ha detto un “sì”…

Testo di Davide De Cia
Musica di Ivano Conti

200 – Al Giordano (2023)

200 – Al Giordano (2023)

è di qua che si va al Giordano?
c’è qualcuno che conosce la strada?
Chiedi a lui, che magari la sa…

Scusi… per andare al Giordano?
Quel sentiero se lo segui è sicuro…
Poi laggiù, oltre quelle colline

Lenta, scorre l’acqua
Azzurro, non è profondo
Poche piante sulle verdi sponde
il deserto intorno
E c’è pace, tanta pace su quel fiume
sembra quasi ricordarsi di voli d’angeli e canti celesti.

Ma perchè vanno tutti al Giordano?
è successo qualcosa in quel luogo?
Sarà meglio andare a vedere…

Lenta, scorre l’acqua
Azzurro, non è profondo
Poche piante sulle verdi sponde
il deserto intorno
E c’è pace, tanta pace su quel fiume
sembra quasi ricordarsi di voli d’angeli e canti celesti.

Una canna sbattuta dal vento?
Un profeta, anzi… forse di più!
Il più grande fra i nati di donna…

la la la….

199 – Alle nozze di Cana (2022)

199 – Alle nozze di Cana (2022)

Ero lì
che facevo il mio lavoro
chi era lui
non sapevo, ve lo giuro!
Quealcuno disse
“è un amico dello sposo”
è povero… non è pericoloso!

Non si sapeva
quali intenzioni avesse!
Si mormorava
“mantenere le promesse!
Con un potere
che non si è mai visto prima,
e qualche amico
in tutto una dozzina”

Alle nozze di Cana / sorprese / chi c’era
con un vino migliore / di quello / di prima!

mentre in cucina
c’era un gran macello
lui stava a tavola
e stava lì tranquillo
ma poi sua madre
bisbiglia al suo bambino
“figlio mio,
hanno finito il vino!”

grazie a lei
iniziò il compimento
di quel che fu
il grande cambiamento
con un gesto
che fu miracoloso
fece felice
i commensali e lo sposo!

Alle nozze di Cana / sorprese / chi c’era
con un vino migliore / di quello / di prima!

così per me
niente fu come prima
ogni mio gesto
era una pantomima
ma senza voler
esser moralista
volevo che
lui fosse ad ogni festa!

Alle nozze di Cana / sorprese / chi c’era
con un vino migliore / di quello / di prima!

198 – È tutto qua! (2022)

198 – È tutto qua! (2022)

Come ti sembra? Può funzionare? Meglio cambiare?
C’è qualche cosa che non mi torna… ma non so cosa.
Troppa confusione!
Non riesco a ragionare:
mi perdo le parole!
Cosa posso fare
se la distrazione
mi vuole trascinare
via da qui..

Ci provo ancora! Un’altra volta e un’altra ancora.
Io non mi arrendo, e se mi fermo dopo riprendo.
C’è una soluzione
nascosta tra le righe:
io la troverò!
Scaverò in profondo
con tanto impegno.
Vedrai che riuscirò…

È tutto quello che io ho
È tutto quello che io posso fare
È tutto quello che io so
È tutto quello che darò

Questa canzone
vuole avere voce:
è così che la canterò!
Queste le note,
e queste le parole:
eccola qua!

È tutto quello che io ho
È tutto quello che io posso fare
È tutto quello che io so
È tutto quello che darò
È tutto qua!

197 – Senza titolo (2022)

197 – Senza titolo (2022)

Le canzoni
non sono
di chi
le scrive
ma sono
di chi
le ascolta

Così io
Me le scrivo
Me le suono
Me le canto
Poi me le arrangio
Me le registro
Faccio il mixaggio
Le masterizzo
E non contento
Me le pubblico
Con anche il video
Così poi
me le ascolto
e le faccio mie!

Io
Me le scrivo
Me le suono
Me le canto
Poi me le arrangio
Me le registro
Faccio il mixaggio
Le masterizzo
E non contento
Me le pubblico
Con anche il video
Così poi
me le ascolto
e le faccio mie!