Quasi, quasi ti telefono
Quasi, quasi faccio il numero
E ti chiedo come va, come stai
E cosa farai questa sera

Ma se ci penso so ben poco
Della tua vita, dei tuoi desideri
Ho solo un foglio di parole
Ed un ritratto, tratto dai miei pensieri

Mentre la notte si trasforma
Conto i miei nomi, le mie aspirazioni
Se inizialmente è stato un gioco
Un diversivo, ora mi ha preso la mano
E non posso abbandonare la partita
O perderei

Lotto duramente, e non so perché
Ti immagino lottare come me
Nel cercare strategie, nuove strade
Senza mai spingere a fondo

E forse vivo nei tuoi sogni
Con mille volti, nessuna somiglianza
Così come ti sorprendo
Ogni notte nuotare nella mia mente

Ma questa notte è più insistente
Il desiderio, la voglia che ho di te
E quasi, quasi me ne frego
Quasi ti chiamo e resto lì a vedere
Se riesco infine a vincer la partita
Contro di me

 

 


1 commento

Ivano Conti · 29 Agosto 2012 alle 09:36

Ricevo molte visite sul mio sito di gente che cerca il testo di questa canzone, digitando il titolo esatto su google… Non ne capisco il motivo, in quanto non è una canzone che ho diffuso, nè credo sia stata diffusa a mia insaputa… Ho pensato che magari il testo potrebbe essere stato scambiato con quello di una canzone di qualcun’altro, ma spesso la ricerca su google viene fatta con il mio nome e il titolo esatto… Chiunque capita su questa pagina cercando esattamente questa canzone, mi può raccontare come e perchè è giunto qui? grazie!

Lascia un commento