Non credermi

Non credermi
Io non sono quello che ogni giorno è davanti a te
Non credermi
So mentire a me stesso come spesso faccio con te
Non credermi
Quando dico che sono capace di farti felice
Non credermi
Ho due facce, due volti da cambiare come maschere
Che mimano la vita che vorrei
Tu non sai quante persone sono
Non credermi

Non credermi
Anche adesso che parlo ti inganno, lo sai?
Non credermi
Sono figlio di un mondo che un giorno mi ha portato via
Non credermi
Quando ti dono tutto di me … forse è solo metà!
Non credermi
Ho vent’anni, anzi trenta
Che si posano come polvere
Che dicono la vita che vorrei
Tu non sai quante persone sono
Non credermi

Non credermi quando la pioggia picchia sui vetri
Ed io penso a ieri, trovo ricordi,
Ricordi lontani, ricordi importanti
E i tanti misteri che nella mia vita
Si sono ammassati uno sopra l’altro
Senza spiegazione, una sola parola
Che potesse calmare, che potesse colmare
Quel vuoto di cui ti ho reso parte
Che qualche volta assieme tocchiamo
Che qualche volta assieme sfioriamo
Non credermi, non credermi
Non credermi quando dico: ti amo!

 

Lascia un commento