18 – Canzone d’estate (1991)

Com’è dolce questo vento che mi libera
Com’è calda la tua mano che mi sfiora

La luna su nel cielo
mi canta una canzone
che mi apre al suo chiarore
adesso so che è vero
non sono io padrone
di questo immenso amor;
e le stelle attorno
mi fanno ritornare
a lontano dì
quando per la prima volta
ho sentito la tua mano
e il mio sogno era lì
davvero… e sincero…

Com’è dolce questo vento che mi libera
Com’è calda la tua mano che mi sfiora

La luna illuminata
mi sorride ancora
ed assomiglia a te
nel suo sguardo chiaro
che mi riscalda il cuore
quando è su nel cielo;
e se un momento triste,
è una nuvola più scura,
ti porta via da me
so che tornerai
e non avrò paura
perché la luna c’è
ancora… e più chiara…

Com’è dolce questo vento che mi libera
Com’è calda la tua mano che mi sfiora

Lascia un commento